Tecnico operatore di canile

Requisiti minimi

Per accedere ai corsi finalizzati all’ottenimento degli attestati di secondo livello, è necessario aver conseguito l’attestato di primo livello o titoli equipollenti. Nel secondo caso, il candidato dovrà comunque superare un esame di ammissione teorico/pratico. È inoltre obbligatorio che, durante il percorso, il candidato lavori con un cane adatto all’attività in programma.

Programmi

Competenze generali

▪ Gestire il proprio ruolo professionale secondo le procedure di sicurezza nei luoghi di lavoro;
▪ conoscere i rischi connessi alla propria mansione di lavoro e le relative procedure di sicurezza;
▪ conoscere la normativa nazionale per la tenuta igienico-sanitaria della struttura;
▪ saper pianificare gli obiettivi e i tempi di lavoro;
▪ capacità di gestire con autonomia la propria mansione sempre garantendo la sicurezza;
▪ normativa nazionale di riferimento in materia di tutela di animali di affezione e lotta al randagismo.

Competenze specifiche

▪Individuare e interpretare correttamente atteggiamenti e segnali del cane e conoscere le possibili reazioni;
▪ adottare un atteggiamento adeguato in relazione al comportamento del cane;
▪ applicare le adeguate tecniche di socializzazione per l’addomesticamento del cane;
▪ capacità di gestire il cane in diverse situazioni (es.: presenza di visitatori, individuazione del cane in relazione alle esigenze del potenziale proprietario, in sede di visita veterinaria…);
▪ saper introdurre il cane in un box;
▪ capacità di interagire con il cane all’interno del box e suo maneggiamento;
▪ riuscire a formare coppie all’interno dello stesso box;
▪ somministrazione dei pasti e di eventuali farmaci in base alle prescrizioni veterinarie;
▪ saper utilizzare tutti gli strumenti di gestione;
▪capacità di effettuare cure alla mano: pettinatura, spazzolamento, taglio delle unghie, lavaggio, toelettatura.

Capacità comunicative di gestione e relazione

▪Gestire correttamente le relazioni con i colleghi, nel rispetto di ruoli, competenze e compiti;
▪autonomia;
▪sicurezza in sé stessi;
▪capacità di mantenere il controllo;
▪capacità comunicative;
▪saper coordinare gli interventi all’interno della struttura.

oznor_vivid

Conoscenze generali

▪Aspetti generali del D.lgs. 81/08;
▪conoscenza delle caratteristiche del posto del lavoro e dei rischi a esso connessi;
▪norme di sicurezza e di igiene;
▪conoscenza dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) e loro utilizzo;
▪misure di prevenzione collettiva sul posto di lavoro;
▪piani di emergenza.
▪soccorso antincendio e evacuazione;
▪obblighi e responsabilità.

Conoscenze specifiche

▪ Tecniche e procedure per la corretta pulizia del box nel rispetto delle norme igienico-sanitarie di riferimento;
▪ sintomi, caratteristiche ed effetti delle principali patologie canine;
▪ tecniche di base di primo soccorso veterinario e di segnalazione alle strutture di competenza;
▪ prevenzione delle epidemie;
▪ tecniche e strategie di osservazione e interpretazione della postura e degli atteggiamenti del cane;
▪ tecniche di approccio corretto al cane;
▪ tecniche di socializzazione del cane (finalizzate all’adozione);
▪ tecniche di gestione del cane;
▪ tecniche di cura e toelettatura.

Tirocinio

Il candidato deve fare 40 ore di tirocinio presso un canile coinvolto nel progetto.

Prova finale

Il candidato preparerà un’opera scritta originale da concordare con uno dei docenti del corso di studi. Il docente farà da relatore e il lavoro verrà discusso di fronte al Consiglio che metterà alla prova il lavoro del candidato per testare la sua preparazione teorico/pratica sull’argomento da lui scelto.
Il rappresentante FCC darà la sua opinione sul lavoro svolto.
Al termine della discussione verrà valutato il percorso completo del candidato con assegnazione dell’attestato di II livello, con il quale lo studente potrà accedere all’esame di Certificazione FCC come Dog Center Technician e valutazione in centodecimi sul lavoro complessivo del candidato.